I frazionamenti azionari nelle aziende, parliamone.

Di recente mi sono imbattuto in un articolo che parlava di un altro possibile frazionamento azionario e ho pensato che non se ne parla molto. Dal punto di vista dell'investitore, ho vissuto questa esperienza nei miei primi giorni di vita e l'ho accolta positivamente: potevo permettermi una quota dell'azienda e non solo delle frazioni. Naturalmente, ha qualche altro effetto sugli investitori?

Unfrazionamento azionario, noto anche come stock split, è un evento che consente a una società quotata in borsa di modificare il prezzo delle azioni e il numero di azioni in circolazione senza incidere sulla capitalizzazione di mercato o sulle operazioni in corso. Si tratta di un cambiamento estetico che rende il prezzo delle azioni della società nominalmente più conveniente per gli investitori che non hanno accesso ad acquisti parziali di azioni (ad esempio, un forward stock split) o aumenta il prezzo delle azioni della società per garantire che rimanga quotata in una borsa importante (un reverse stock split).

Negli ultimi 3 anni, diverse aziende note e di grandi dimensioni hanno fatto ricorso a questa mossa, come Nvidia $NVDA-2.6%, nel luglio 2021, Amazon, all'inizio di giugno 2022, Alphabet $GOOG+0.1%, $GOOGL+0.0%, e Tesla $TSLA-4.0%, alla fine di agosto 2022. Le aziende che dividono le loro azioni sono migliori a Wall Street. La domanda è: quali saranno le prossime società a dividersi? Le quattro seguenti sembrano candidate logiche:

Broadcom. $AVGO-2.0%

AVGO

Broadcom

AVGO
$157.35 -$3.17 -1.97%

Broadcom è probabilmente più conosciuta per i suoi chip e accessori wireless utilizzati negli smartphone di nuova generazione. Il continuo sviluppo dell'infrastruttura 5G e la maggiore velocità di download dovrebbero invogliare aziende e consumatori ad aggiornare i propri dispositivi wireless. Ciò che attira l'attenzione di Wall Street nel 2023 è il ruolo che Broadcom sta svolgendo nei data center e nei veicoli. Oltre alla crescita relativamente costante dei chip per la connettività e l'accesso ai centri dati, quest'anno il titolo dell'azienda è salito alle stelle grazie alla speranza che le vendite di chip derivati dall'intelligenza artificiale raddoppino fino a raggiungere circa 1 miliardo di dollari, secondo il CEO Hock Tan.

Chipotle Mexican Grill, $CMG+0.3%

CMG
$53.54 $0.16 +0.30%

Le azioni di Chipotle sono aumentate del 9.189% dall'offerta pubblica iniziale di 22 dollari nel 2006, e non c'è mai stato uno split azionario. L'azienda, i cui ristoranti si sforzano di lavorare solo con cibi freschissimi preparati quotidianamente, fa ogni sforzo per garantire che la maggior parte delle verdure sia di provenienza locale e che la carne utilizzata sia allevata in modo responsabile. Negli ultimi due decenni i consumatori si sono orientati verso alimenti più sani e biologici e il successo di Chipotle testimonia la forza di questa tendenza. Nel 2018 ha introdotto i Chipotlanes come modo per i consumatori di effettuare l'ordine in modo digitale, cosa che oggi non sarebbe eccezionale, ma Chipotlane ha seguito tre anni dopo con la sua prima cucina digitale specificamente orientata all'elaborazione degli ordini digitali. Con una crescita sostenuta delle vendite a due cifre, Chipotle sta chiaramente facendo qualcosa di buono.

AutoZone $AZO+0.8%

AZO
$2,950.40 $24.05 +0.82%

La terza società che potrebbe essere oggetto di un prossimo split azionario è la catena di autoricambi AutoZone. L'ultimo split azionario risale all'aprile 1994. Da allora, il prezzo delle azioni è aumentato. Uno dei motivi principali per cui è stata la migliore performance per così tanto tempo è il suo programma di ritorno del capitale. Sebbene non offra un dividendo, il consiglio di amministrazione di AutoZone ha autorizzato un programma aggressivo di riacquisto di azioni. Dal 1998 (primo anno in cui l'azienda ha iniziato a riacquistare le proprie azioni), ha riacquistato 153,6 milioni di azioni ordinarie, l'equivalente di 32,8 miliardi di dollari.

Costco $COST-0.1%

COST
$838.13 -$1.24 -0.15%

Costco non ha più diviso le sue azioni dal gennaio 2000 e da allora ha ottenuto rendimenti stellari. Il vantaggio della performance a lungo termine superiore alla media di Costco può essere legato al suo potere d'acquisto e al suo modello operativo basato sui soci. L'azienda si avvale di acquisti all'ingrosso, il che significa costi unitari più bassi, che può poi trasferire ai suoi soci sotto forma di prezzi più bassi e utilizzare per attirare nuovi soci nei suoi negozi. Il modello associativo è anche una ragione di successo: l'azienda genera margini minimi sui prodotti alimentari che vende, ma ricava ampi margini dalle iscrizioni annuali vendute a clienti e aziende. Queste quote annuali fanno sì che Costco sia in grado di offrire prezzi inferiori a quelli della maggior parte dei rivenditori. Un frazionamento azionario potrebbe essere la soluzione giusta per attirare un numero ancora maggiore di piccoli investitori.

Cosa ne pensate di questa eventualità per le azioni di un'azienda, oppure non vi interessa perché in ogni caso, quando il valore è alto, le frazioni ci permettono di permetterci di investire in queste aziende nel tempo anche con un capitale ridotto. E qual è la sua opinione sulla seconda e terza società, di cui ho letto oggi per la prima volta? 😊





No comments yet
Timeline Tracker Overview