Questi due titoli sfuggono all'attenzione degli investitori. Ma gli analisti dicono che sono un tesoro nascosto

La situazione negli ultimi giorni non sembra così terribilmente negativa come nel primo trimestre dell'anno. A volte il mercato diventa verde. Molti investitori e analisti sono favorevoli a un'inversione di tendenza. La domanda è dove sta la verità. Ma non c'è nulla di male nel pensare e cercare nuove opportunità. Barry Bannister offre due di queste opportunità. Soprattutto, si tratta di titoli piuttosto sconosciuti.

I titoli sconosciuti possono essere una miniera d'oro. Ma è importante stare all'erta e analizzare con attenzione

Barry Bannister, Chief Equity Strategist di Stifel, ritiene che ci siano meno ragioni per temere e che la crescita sia un argomento forte.

"Prevediamo che l'S&P 500 salga a 4.200 nel 3° trimestre e raccomandiamo i gruppi a crescita ciclica. Prevediamo cali dei futures sul petrolio, dell'inflazione e dei tassi d'interesse, oltre a evitare preoccupazioni significative per gli EPS dell'S&P 500 nel secondo semestre del 2012. I timori di recessione si sono attenuati e non vediamo una recessione negli Stati Uniti nell'arco di 6-9 mesi", ha commentato Bannister. Infine, anche qualche parere positivo.

Che Bannister abbia ragione o torto, una cosa è certa: gli investitori hanno la possibilità di entrare in azioni a prezzi scontati. Molti titoli sani sono scambiati a prezzi troppo bassi per essere ignorati. Ecco due titoli di questo tipo!

Soluzioni Offerpad $OPAD-0.2%

Partiamo dal settore immobiliare, dove Offerpad offre ad acquirenti e venditori una piattaforma online per la vendita di immobili. L'azienda consente ai proprietari di immobili di connettersi direttamente con i potenziali acquirenti e permette ai venditori di pubblicizzare facilmente le loro case e agli acquirenti di trovare l'acquisto perfetto. Foto e tour virtuali delle case possono essere pubblicati sulla piattaforma per facilitare le offerte e chiudere le transazioni.

Non hanno scelto un buon momento per partecipare allo scambio...

Tuttavia, il rallentamento economico di quest'anno ha avuto un'ampia portata e ha colpito anche il settore immobiliare. Una delle conseguenze è che le azioni di Offerpad sono scese del 64% quest'anno, anche se la società ha realizzato un profitto e ha ampliato la sua presenza nel mercato delle vendite di case negli Stati Uniti.

Solo a giugno di quest'anno, Offerpad ha ampliato la sua presenza negli Stati del Colorado e della Florida. Quest'ultimo Stato è particolarmente importante perché la Florida è il terzo Stato per popolazione e il quarto per dimensioni economiche, nonché uno degli Stati in più rapida crescita.

Sempre a giugno, Offerpad ha pubblicato i risultati finanziari del primo trimestre dell'anno fiscale 22, che sono stati presentati come il miglior trimestre nella storia dell'azienda. I ricavi sono stati pari a 1,37 miliardi di dollari, con un aumento del 384% rispetto all'anno precedente, e gli utili sono stati positivi per 410 milioni di dollari, pari a 16 centesimi per azione. Si tratta di un risultato notevole, ottenuto solo nel terzo trimestre da quando l'azienda è stata quotata in borsa attraverso una transazione SPAC lo scorso settembre.

Tutto questo ha attirato l'attenzione di Jay McCanless, analista di Wedbush , che dice di Offerpad: "Da quando è stata quotata in borsa l'anno scorso, lo scenario per Offerpad è cambiato, passando dai tassi ipotecari più bassi degli ultimi dieci anni e da una posizione dovish della Federal Reserve ai tassi ipotecari più alti degli ultimi dieci anni e a una Fed più restrittiva. Il cambiamento della posizione della Fed e dei tassi ipotecari può rappresentare un ostacolo a breve termine, ma ci aspettiamo che Offerpad possa continuare a raggiungere la redditività GAAP dell'intero anno nonostante questi rischi..."

Elettronica universale $UEIC-3.3%

Universal Electronics produce telecomandi, hub domestici intelligenti a controllo vocale, termostati intelligenti e sensori domestici, oltre al software e ai servizi cloud necessari per l'interoperabilità dei dispositivi. I prodotti dell'azienda offrono soluzioni per sistemi domestici intelligenti, sicurezza domestica, controllo del clima, sistemi di intrattenimento e persino connettività domestica wireless. Universal vanta di spedire o supportare più di 100 milioni di prodotti all'anno.

Quest'anno, niente di strano...

Universal mantiene la sua reputazione nel settore introducendo regolarmente nuovi prodotti sul mercato. Negli ultimi mesi, l'azienda ha annunciato il lancio di nuovi telecomandi TV, di un termostato intelligente e di controlli vocali. L'azienda è stata inoltre scelta da DNA, uno dei principali fornitori di telecomunicazioni in Finlandia, per la fornitura di un pluripremiato telecomando per TV Android.

Nonostante questi lanci, Universal ha lottato con gli utili e i ricavi e negli ultimi anni ha registrato un lento declino dei risultati di bilancio. Nell'ultimo primo trimestre del 2002, la società ha registrato un fatturato di 132,4 milioni di dollari, in calo del 12% rispetto all'anno precedente. Sul fronte degli utili, gli utili per azione rettificati non-GAAP sono scesi da 89 a 47 centesimi rispetto all'anno precedente.

Il graduale declino dei risultati dell'azienda non è passato inosservato agli investitori e il titolo è sceso del 44% negli ultimi 12 mesi.

Allo stesso tempo, Steve Frankel, analista di Rosenblatt , vede un'opportunità per gli investitori disposti a correre il rischio.

"Negli ultimi tre anni, l'UEIC ha razionalizzato la propria struttura dei costi, ha spostato parte della produzione dalla Cina al Messico per ridurre i costi e i tempi di ciclo e ha introdotto diversi nuovi prodotti. L'elemento mancante è stata la crescita dei ricavi, con l'azienda che ha registrato cali di fatturato anno su anno in otto degli ultimi nove trimestri. Tuttavia, grazie a un numero crescente di proposte vincenti e a un certo miglioramento della catena di approvvigionamento, l'azienda sembra essere sul punto di tornare a un ritmo costante di crescita dei ricavi a partire dal terzo trimestre, secondo Frankel.

"Tra un potenziale punto di inflessione nella crescita dei ricavi, una valutazione attuale di soli 8,6x i nostri utili per azione del 2022, appena al di sopra del minimo quinquennale di 7,7x, e il costante riacquisto di azioni da parte del management, vediamo un limitato declino dai livelli attuali", ha riassunto Frankel. Sulla base di questa visione, Frankel valuta il titolo UEIC come un acquisto e fissa un prezzo obiettivo di 40 dollari, che implica un potenziale di rialzo a un anno del 53%.

Disclaimer: questa non è in alcun modo una raccomandazione di investimento. Si tratta di una sintesi e di un'analisi puramente mia, basata su dati internet e su diverse altre analisi. Investire nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.


No comments yet
Timeline Tracker Overview