La Russia ha chiuso il Nord Stream. Secondo i documenti interni, l'azienda vuole evitare una crisi gigantesca che…

Il balletto intorno alla chiusura di Nord Stream sembra essere finito. La Russia l'ha appena chiusa. Dice che lo farà fino a quando l'Europa non avrà revocato le sanzioni contro di lui. La domanda è se questo sarà effettivamente il caso e se la situazione cambierà di nuovo tra qualche giorno. In ogni caso, questa mossa è il risultato del fatto che, secondo un rapporto interno, l'economia russa sta e starà molto peggio di come viene presentata pubblicamente.

Nord Stream, la principale linea dorsale per il trasporto del gas russo verso l'Europa, è sempre più nei titoli dei giornali. Questa volta, Gazprom spiega il mancato funzionamento di Nord Stream con un presunto guasto tecnico. Il documento fa anche riferimento a Siemens, da cui dipende la ripresa delle forniture di gas. Il Cremlino, da parte sua, afferma che le forniture non riprenderanno fino a quando l'Unione Europea non avrà revocato le sanzioni contro la Russia.

Evoluzione della quantità di gas consegnato via Nord Stream, fonte: statista.com

Queste sanzioni sono una spina nel fianco per il Cremlino. Sebbene per molto tempo sia sembrato che le sanzioni imposte non preoccupassero più di tanto la Russia e che l'Europa si stesse piuttosto danneggiando, la realtà è diversa. Un rapporto interno trapelato ne parla, prevedendo tre possibili scenari.

Cosa dice il rapporto?

Il documento contiene tre scenari, frutto di mesi di lavoro da parte di funzionari ed esperti. Due dei tre scenari prevedono che la recessione economica si intensificherà l'anno prossimo. Si prevede che l'economia non tornerà ai livelli prebellici prima della fine del decennio o addirittura dopo. "Lo scenario 'Stressed' vede l'economia in calo dell'8,3% rispetto al 2021, mentre lo scenario 'Stressed' è ancora più deprimente, prevedendo un calo dell'economia fino all'11,9% rispetto all'anno scorso". Per la cronaca, stiamo parlando di crescita del PIL.

Nello scenario più negativo, si prevede che il PIL continuerà a diminuire nel prossimo decennio, fonte: bloomberg.com

Queste previsioni sono supportate da vari argomenti. La Russia è consapevole della dipendenza dell'Europa dal suo gas. Ma naturalmente funziona anche al contrario, e alla Russia mancheranno i soldi per il gas. Il Cremlino sostiene che l'allontanamento dell'Europa dal gas russo potrebbe creare problemi anche nell'approvvigionamento del proprio mercato.

Si stima che la Russia potrebbe dover affrontare un'enorme fuga di cervelli. Entro il 2025, il numero di professionisti IT potrebbe arrivare a 200.000.

Se il gas viene tagliato fuori dall'Europa, la sua principale merce di esportazione, a lungo termine potrebbe costare alla Russia fino a 400 miliardi di rubli (6,6 miliardi di dollari) all'anno. La Russia cercherebbe comprensibilmente di trovare altri acquirenti, ma i mancati introiti sarebbero tutt'altro che recuperabili nel medio termine.

Naturalmente, le sanzioni non riguardano solo le esportazioni, ma anche le importazioni. E per alcune importazioni non c'è semplicemente alternativa. Il rapporto fornisce esempi illustrativi di diversi settori dipendenti dalle importazioni:

  • Ingegneria: il 70% delle macchine utensili è di produzione estera
  • Trasporto stradale: le sanzioni dell'UE hanno triplicato i costi del trasporto stradale
  • Farmaceutici: l'80% della produzione nazionale dipende dalle importazioni
  • Aviazione: il 95% del trasporto aereo viene effettuato con velivoli di fabbricazione straniera, senza accesso ai pezzi di ricambio.
  • Agricoltura: il 99% della produzione di pollame e il 30% di quella di bestiame dipendono dalle importazioni; vengono importate sementi per barbabietole da zucchero, patate, mangimi per pesci e aminoacidi.

Come pensa che andranno le cose con il gas russo? La fornitura di gas sarà interrotta per sempre? Oppure si tratta di un piano di Mosca per imporre la fine delle sanzioni?

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview