Tesla ha trovato ancora una volta un modo per aumentare il valore delle sue azioni. Che cos'è?

Elon Musk è famoso per il suo desiderio di non affidarsi troppo a fornitori esterni e di produrre tutto in proprio. Pertanto, tutte le parti dell'auto e altri componenti necessari sono prodotti esclusivamente in fabbriche di proprietà della casa automobilistica americana. Tuttavia, Tesla ha presentato un piano unico per portare questa indipendenza un passo avanti.

Supercaricatore Tesla

Secondo una lettera inviata all'ufficio del Comptroller del Texas, Tesla $TSLA+3.0% intende costruire un proprio impianto di raffinazione delle batterie al litio sulla costa del Golfo per produrre idrossido di litio pronto per essere spedito alle fabbriche di batterie Tesla negli Stati Uniti.

Tesla estrarrà il proprio litio

Elon Musk ha già detto che "i prezzi del litio sono insostenibili a lungo termine" e che Tesla potrebbe essere costretta a entrare nel settore dell'estrazione e della raffinazione se i costi non dovessero migliorare. Secondo gli ultimi dati, il prezzo del litio è aumentato di oltre il 256% nell'ultimo anno! Garantire una fornitura costante di componenti per le batterie è fondamentale per Tesla, che deve affrontare una forte concorrenza nel mercato dei veicoli elettrici in rapida crescita.

Il potenziale impianto di raffinazione dell'idrossido di litio per batterie, che Tesla ha pubblicizzato come il primo del suo genere in Nord America, tratterà "materiale grezzo allo stato di batteria", ha dichiarato la società in una domanda depositata presso l'Ufficio del Controllore del Texas.

Grafico annuale del prezzo del litio

Gli sforzi per diversificare le forniture di litio

La mossa di Tesla è anche probabilmente un tentativo di diversificare le forniture di litio. Il litio è un metallo fondamentale per le batterie, utilizzate in tutti i settori, dalle auto elettriche agli smartphone. Data l'importanza strategica del metallo e della sua estrazione dominata dalla Cina, a Washington si teme che Pechino possa interrompere le forniture critiche di litio e di altri materiali. Australia, Cile e Cina sono i tre maggiori produttori di litio, ma la Cina è in testa all'industria della raffinazione del litio con un ampio margine, controllando più della metà del mercato mondiale. Al contrario, gli sforzi degli Stati Uniti e dell'Unione Europea per creare progetti concorrenti hanno finora subito una serie di battute d'arresto.

I prezzi del litio sono saliti alle stelle quest'anno, soprattutto a causa dell'aumento della domanda da parte del settore automobilistico. Se il piano di Tesla andrà avanti, la casa automobilistica potrebbe diventare la prima del settore a investire direttamente nella raffinazione del litio.

Se il piano verrà approvato, la costruzione potrebbe iniziare nel quarto trimestre del 2022 e la produzione commerciale entro la fine del 2024, ha dichiarato Tesla in un documento del 22 agosto.

DISCLAIMER: Tutte le informazioni fornite nel presente documento hanno uno scopo puramente informativo e non costituiscono in alcun modo una raccomandazione di investimento. Fate sempre la vostra analisi.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview