Il noto investitore Jeremy Grantham prevede un crollo estremo dell'S&P500. Quando e perché pensa che arriverà?

La primavera è stata segnata dal massacro del mercato, mentre l'estate è stata relativamente calma e inaspettatamente verde. Ora, però, tutti attendono nervosamente gli eventi autunnali, che secondo molti significheranno ancora una volta tempi un po' turbolenti. Il noto investitore Jeremy Grantham ha dichiarato che la "superbolla", di cui aveva parlato in precedenza, non è ancora scoppiata, nemmeno dopo i crolli di primavera.

Grantham avverte di un'altra flessione in arrivo

Il cofondatore di GMO, gestore patrimoniale con sede a Boston, che ha messo in guardia dalle bolle di mercato, ha dichiarato in una nota di mercoledì che il forte rialzo delle azioni statunitensi da metà giugno a metà agosto rientra nello schema dei mercati orso. Si dice che questo modello sia comune. Un forte calo (primavera), un modesto rimbalzo e rialzo (estate) e poi il gran finale sotto forma di supercrash.

Tutto questo, secondo Grantham, è alimentato da una combinazione letale di azioni, obbligazioni e abitazioni sopravvalutate, combinate con uno shock delle materie prime e un atteggiamento da falco della Federal Reserve.

All'incirca all'inizio dell'anno, Grantham aveva previsto che i titoli di riferimento sarebbero crollati di quasi il 50% in un crollo storico. L'indice S&P 500 a un certo punto di giugno era sceso di quasi il 25% rispetto ai massimi di gennaio. Il rimbalzo è avvenuto solo più di due mesi dopo.

Ma ecco che la caduta si ripresenta. Molti strateghi bancari avvertono che il declino non è finito e che potremmo assistere a letture dell'indice intorno a 3.600 entro la fine dell'anno. Ho anche scritto qui dei diversi punti di vista delle maggiori banche statunitensi:

Il mercato toro sta arrivando e tutto salirà entro la fine dell'anno. Cosa porta un economista di primo piano a fare tali affermazioni?

Secondo Grantham, il crollo della superbolla ha diverse fasi. Prima c'è un calo, come nella prima metà dell'anno, seguito da un leggero rally. Alla fine i fondamentali crollano e il mercato tocca il fondo. Questo potrebbe essere un po' fedele alla situazione attuale.

"Scommetto che, quando il mercato avrà preso coscienza di questa situazione, ci troveremo in un periodo piuttosto difficile dal punto di vista economico e finanziario", ha dichiarato Grantham. "Quello che non so è: La situazione sfuggirà di mano come negli anni '30, sarà ben gestita come nel 2000 o sarà una via di mezzo?

https://www.youtube.com/watch?v=SOztFIGHf9E

Ma chi è Jeremy Grantham?

Grantham è diventato famoso scoprendo e traendo profitto dalle bolle in Giappone alla fine degli anni '80, nei titoli tecnologici all'inizio del secolo e nell'edilizia residenziale statunitense prima della crisi finanziaria del 2008. Alcune delle sue previsioni ribassiste nel corso degli anni si sono rivelate sbagliate, o almeno premature. Mi ricorda un po' Burry, vero? 😁

Questa volta ha puntato l'attenzione su questioni a breve termine, come l'impatto dell'invasione dell'Ucraina da parte della Russia sull'Europa, alle prese con crisi alimentari ed energetiche, oltre all'inasprimento fiscale e ai continui problemi della Cina con la Covid. Se l'aumento dell'inflazione è stata la causa del calo nella prima metà dell'anno, il calo dei margini di profitto delle imprese causerà un'altra serie di perdite.

La filosofia d'investimento di Grantham può essere riassunta nella sua frase spesso usata "reversione alla media". In sostanza, ritiene che tutte le classi di attività e i mercati torneranno dai massimi e dai minimi ai livelli storici medi. Il suo studio cerca di comprendere i cambiamenti storici dei mercati e di prevederne gli esiti con sette anni di anticipo. In caso di scostamento dalle medie storiche, l'azienda può assumere una posizione di investimento in base al rendimento previsto rispetto alla media. La società alloca le attività in base alle previsioni interne sulla direzione del mercato. E sembra che stia funzionando piuttosto bene per loro.

Grantham viene descritto come un investitore contrarian e un permabear.

Se vi piacciono i miei articoli e i miei post, sentitevi liberi di seguirmi. Grazie! 🔥

Disclaimer: questa non è in alcun modo una raccomandazione di investimento. Si tratta di una sintesi e di un'analisi puramente mia, basata su dati provenienti da Internet e su alcune altre analisi. Investire nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview