L'investitore miliardario Jeff Gundlach prevede un ulteriore calo dell'indice S&P500 del 20-25%.

Il miliardario, investitore e anche l'uomo soprannominato il re delle obbligazioni, prevede le prospettive future, ma le sostiene anche con argomenti, spiegando le varie implicazioni di queste mosse. Cosa rende speciale questo articolo? Si tratterà principalmente di presentare le preoccupazioni, le opinioni e le argomentazioni di Jeff Gundlach, a cui aggiunge anche la strategia che utilizzerà in ogni situazione.

Jeff Gundlach

Chi è Jeff Gundlach?

Gundlach è il cofondatore di DoubleLine Capital, un fondo comune di investimento che gestisce un patrimonio di oltre 140 miliardi di dollari. Lo straordinario trader obbligazionario è noto per le sue sfide coraggiose e ha previsto correttamente il crollo immobiliare del 2007.

  • Si tratta di un investitore molto esperto che ha sicuramente qualcosa da dirci sull'argomento attuale.

Dove Gundlach vede il grande problema?

L'investitore miliardario Jeff Gundlach prevede che l'indice S&P 500 scenderà a 3.000, ovvero un calo del 20%-25% rispetto ai livelli attuali.

"L'attività del mercato del credito è coerente con la debolezza economica e i problemi del mercato azionario", ha dichiarato Gundlach di DoubleLine in un'intervista. "Penso che dobbiamo iniziare ad essere più ribassisti".

  • Gundlach ha dichiarato di ritenere che la Fed dovrebbe aumentare i tassi di 25 punti base, anche se si aspetta che la Fed attui un aumento di 75 punti base quando si riunirà nuovamente.
  • Perché avrebbe votato per 25bps? È a causa delle preoccupazioni per un potenziale superamento. Inoltre, i responsabili politici non si sono fermati abbastanza a lungo per verificare l'impatto dei precedenti aumenti, ha dichiarato in un'intervista.

Perché si aspetta che l'S&P 500 scenda così tanto?

I dati sull'IPC ricevuti da Wall Street, peggiori delle previsioni, potrebbero indurre la Fed a un rialzo di 75 punti percentuali. "Il rischio di deflazione è molto più elevato oggi di quanto non lo sia stato negli ultimi due anni", ha affermato Gundlach.

  • I commenti di Gundlach arrivano dopo che l'importante investitore Scott Minerd ha dichiarato giovedì di aspettarsi un ulteriore calo del 20% dei titoli entro la metà di ottobre, citando il legame storico tra il rapporto prezzo-utili dei titoli e l'inflazione.

In particolare, Jeffrey Gundlach teme che la Fed soffochi la crescita economica aumentando troppo rapidamente i tassi di interesse.

Il sentimento del mercato si muove nella direzione opposta. Nel frattempo, il contratto overnight index swap per il mese di settembre 2022 è salito fino al 3,14% in una fase dello scorso martedì, 81 punti base in più rispetto all'attuale tasso effettivo della Fed, suggerendo che un inasprimento minimo di 75 punti base è visto come una cosa sicura per la prossima settimana.

  • Gundlach avverte regolarmente che l'economia non è così forte al momento, e questo è confermato dai nuovi dati, ma conferisce anche una certa credibilità alle sue parole.

(329) L'economia non è così forte come si dice, avverte il CEO di DoubleLine Jeffrey Gundlach - YouTube

Gundlach non è l'unico scettico. Per esempio, ecco cosa dice il presidente dell'Università di Harvard:

Se si potesse scegliere tra una mossa di 50 punti base e una di 100 punti base, la Fed dovrebbe scegliere "una mossa di 100 punti base per rafforzare la credibilità", ha dichiarato Summers, oggi presidente emerito dell'Università di Harvard.

Il rapporto CPI di martedì "conferma che gli Stati Uniti hanno un serio problema di inflazione", ha detto Summers.

Quale strategia ha scelto Gundlach per il periodo attuale?

  • Gundlach raccomanda agli investitori di acquistare obbligazioni del Tesoro a lungo termine. Possiede inoltrepiù titoli europei che statunitensi, il che mi sorprende (ultimamente gli scettici nei confronti dell'Europa sono in aumento).
  • Gundlach ha dichiarato che intende acquistare azioni di società dei mercati emergenti quando il dollaro USA scende al di sotto della sua media mobile a 200 giorni.

"E quando questo accadrà, voglio fare le cose in grande", ha spiegato Gundlach.

  • Gundlach ha anche dichiarato che non acquisterà criptovalute in caso di un'eventuale crisi di mercato.

Le ultime riflessioni di Gundlach 👇

Gli investitori stanno aumentando le aspettative su quanto pensano che la banca centrale possa spingere i tassi di politica monetaria verso il 4,3% all'inizio del 2023, anche se sembra crescere il timore che ciò possa anche indebolire l'attività economica in modo tale da costringere la banca centrale ad allentare nuovamente la politica prima della fine del 2023.

Gli swap associati alle date delle riunioni della Fed suggeriscono che il benchmark sarà inferiore al 3,8% entro la fine dell'anno. Ciò suggerisce anche la possibilità che i funzionari tentino di alzare i tassi di un intero punto percentuale, e alcuni analisti hanno iniziato a spostare le loro opinioni verso questo scenario. Tuttavia, con i funzionari della Fed in vista della riunione, ci sono poche possibilità che la banca centrale ponga ufficialmente le basi per un tale cambiamento, quindi tutti gli occhi saranno puntati sul sentimento dei mercati e dei media.

  • Cosa ne pensate delle opinioni e della strategia di Jeff Gundlach? 🤔

Si noti che questa non è una consulenza finanziaria. Ogni investimento deve essere sottoposto a un'analisi approfondita.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview