L'analisi delle azioni di Warren Buffett: cosa cercare e cosa tenere d'occhio?

Oggi vorrei dare seguito al mio precedente articolo che ha avuto successo la scorsa settimana. Ho analizzato come la performance superiore alla media di Warren Buffett abbia ottenuto un riscontro positivo. Oggi vorrei approfondire questo aspetto ed esaminare i criteri o i parametri specifici che il grande uomo utilizza per selezionare i singoli titoli.

Warren Buffett (Oracolo di Omaha)

Warren Buffett, la leggenda, il genio o l'oracolo: così viene spesso definito questo grande uomo, che nella sua carriera ha ottenuto davvero molto. Gli investitori non dovrebbero mai seguire o copiare ciecamente le azioni di qualcuno, ma in questo caso possiamo imparare molto osservando le sue azioni, i suoi consigli, le sue dichiarazioni, ecc. Dall'articolo precedente, sapete come Buffett sceglie le singole società e quali requisiti devono avere come guida 👇

Come raggiungere il rendimento medio annuo del 20% ottenuto da Warren Buffett?

Oggi, tuttavia, ci concentreremo sui numeri specifici che Buffett richiede per prendere in considerazione un potenziale investimento. L'Oracolo di Omaha è giustamente considerato l'investitore di maggior successo del XX secolo, il che ci spinge a esaminare le sue mosse, le sue strategie e altro ancora.

(338) Warren Buffett: Come ottenere un rendimento del 30% all'anno (7 regole di investimento) - YouTube

"La chiave per investire è scegliere i titoli giusti al momento giusto e mantenerli finché la società va bene".

Ci sono alcune cose che vale la pena notare sulla strategia di investimento value di Buffett. Buffett utilizza diverse considerazioni chiave per valutare l'attrattiva di un potenziale investimento. Vediamo i criteri specifici 👇

Rendimento del capitale proprio = ROE

Le società che hanno conseguito un ROE positivo e accettabile per molti anni sono più desiderabili rispetto a quelle che hanno avuto solo brevi periodi di solidi rendimenti. Più lungo è il numero di anni di buoni ROE, meglio è. Per valutare accuratamente la performance storica, un investitore dovrebbe esaminare almeno 5-10 anni di ROE di una società.

  • È inoltre importante confrontare i ROE con quelli dei colleghi del settore, per avere un quadro più approfondito dell'azienda e della sua forza.

Debito della società

Un rapporto debito/patrimonio netto elevato dovrebbe destare qualche preoccupazione, poiché una parte maggiore degli utili di un'azienda sarà destinata alla gestione e alla riduzione del debito, soprattutto se la crescita deriva solo dall'aumento del debito, che è una caratteristica negativa.

  • Buffett preferisce far crescere gli utili dal capitale proprio. Un'azienda con un patrimonio netto positivo significa che l'azienda genera un flusso di cassa sufficiente a coprire le proprie passività e non fa affidamento sul debito.

Margini di profitto

L'investitore dovrebbe cercare aziende con buoni margini di profitto, ma soprattutto con margini in crescita. Come per altre metriche, Buffett tiene conto di un orizzonte temporale più lungo e guarda indietro di diversi anni per identificare le opportunità per il futuro, ma esclude anche la possibilità che si tratti di una tendenza a breve termine che potrebbe svanire.

  • Per rimanere nel radar di Buffett, il management dovrebbe essere abile nel far crescere i margini di profitto anno dopo anno, segno che il management è anche bravo a controllare i costi operativi.

P/E e P/B altre metriche importanti

Per determinare il valore futuro di una società, Buffett considera principalmente l'andamento del rendimento del capitale proprio e degli utili per azione.

  • Per stabilire se può continuare a seguire la società o ignorarla, Buffett esamina il P/E e il valore contabile. In passato ha puntato a un P/E di 15 o inferiore.
  • Warren Buffett, il più grande investitore di valore del secolo, tende ad acquistare titoli con un rapporto P/B intorno a 1,3. Se, ad esempio, il prezzo dell'azienda A è di 500 dollari, ma il suo valore contabile è di 250 dollari, il rapporto P/B sarà di 2,00. Il prezzo dell'azione è quindi il doppio del valore contabile.

Nella sua analisi tiene conto di questi criteri:

Utile per azione negli ultimi 10 annicrescita costante
Debito a lungo termine< 5x guadagni (idealmente < 2x guadagni)
Rendimento del capitale proprio (ROE) negli ultimi 10 anni> 15%
Rendimento delle attività (ROA) (capitale di terzi + capitale proprio)> 12%
L'attività non deve dipendere da ingenti spese in conto capitale.
Flusso di cassa libero> 0%
(utile dell'ultimo anno al netto delle imposte - utile di 10 anni fa al netto delle imposte) / totale degli utili portati a nuovo> 15%

Ho trovato anche questa interessante tabella dal sito web di LYNX che mostra altri interessanti indicatori per la selezione e l'analisi dei titoli secondo Buffett - link qui.

Se non stavo guardando numeri specifici, Buffett ovviamente cerca anche titoli che vengono scambiati a sconto. Questo è il fulcro del value investing: trovare società che hanno buoni fondamentali ma che vengono scambiate al di sotto di quanto dovrebbero - maggiore è lo sconto, maggiore è lo spazio per la redditività.

L'obiettivo degli investitori value come Buffett è scoprire le società sottovalutate rispetto al loro valore intrinseco. L'opportunità di acquistare a sconto esiste quando il valore di mercato attuale di una società è inferiore al suo valore intrinseco. Sebbene non esista una formula esatta per calcolare il valore intrinseco, gli investitori prenderanno in considerazione una serie di fattori, come la governance aziendale e il potenziale di guadagno futuro.

Per stimare il valore intrinseco di un'azienda, Oracle of Omaha utilizza il cosiddetto metodo dei flussi di cassa scontati (DCF), prendendo in considerazione i prossimi 10 anni. Poiché nemmeno Warren Buffett può sapere quale sarà il valore dell'azienda tra 10 anni, i suoi criteri di selezione, come ho già detto, sono ancora più importanti per lui. Sulla base di ciò è in grado di fare almeno alcune previsioni significative.

Conclusione

Naturalmente, con questo articolo non sto dicendo a nessuno: "Attenetevi a queste metriche e avrete il successo di Buffett". L'articolo serve come ispirazione da una persona che ha avuto e ha tuttora un grande successo e una grande esperienza, ma allo stesso tempo la strategia di Buffett potrebbe non essere quella giusta per voi. Personalmente, ritengo che per andare avanti e fare progressi sia bene imparare dai migliori, prenderne spunto e creare le proprie metriche ideali tra cui scegliere. Ancora una volta, sottolineo che questo non è il pacchetto completo di metriche che Buffett tiene sotto controllo. Se c'è interesse per un sequel, sarò felice di seguirlo con un'altra puntata. Fatemi sapere nei commenti se siete interessati a questo argomento e se vi interessa un'analisi e una prospettiva sulle strategie di altri noti investitori.

Si noti che questa non è una consulenza finanziaria. Ogni investimento deve essere sottoposto a un'analisi approfondita.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview