Ora arriva il più grande crollo del mercato azionario di tutti i tempi, ecco l'ultimo avvertimento di Robert Kiyosaki

Robert Kiyosaki, autore di Rich Dad, Poor Dad, negli ultimi anni ha fatto regolarmente previsioni sugli sviluppi economici. Le sue previsioni sono solitamente molto pessimistiche. L'ultimo nato non fa eccezione. Kiyosaki ritiene che sia in arrivo il più grande crollo del mercato azionario nella storia dell'umanità. Quali ragioni adduce?

Si noti che nella prima metà del testo fornisco solo il punto di vista di Robert Kiyosaki e le sue opinioni.

Secondo Kiyosaki, il più grande fondo pensionistico statunitense, il gigante CalPERS, fallirà. Ciò significa che i vigili del fuoco, gli insegnanti e i dipendenti pubblici in generale saranno senza pensione. Non sarà un problema solo per loro, perché il denaro delle pensioni è investito ovunque. In edifici, in REIT o forse in obbligazioni.

Kiyosaki teme la fine dell'impero americano. Egli incolpa la Fed, il Tesoro e il governo per la sua scomparsa. Hanno distorto il dollaro USA a tal punto che hanno dovuto in qualche modo tenere la gente al fresco. Hanno trovato il modo di stampare denaro, o meglio di fare il quantitative easing, che, sebbene sia terminato l'anno scorso, come possiamo vedere, la bolla si è gonfiata dal 2008. Ci viene ricordato che il denaro è il risultato di un lavoro, di una produzione. Quindi, se non paghiamo le persone per lavorare, le paghiamo solo per evitare rivoluzioni e colpi di stato. Questa, del resto, è stata una delle cause della fine dell'Impero Romano. Ecco perché Kiyosaki ritiene che la fine degli Stati Uniti come potenza mondiale sia imminente. Perché il denaro è corrotto.

Totale attività della Fed, fonte: federalreserve.gov

Cosa sta succedendo alla Fed? La Fed non ha alcun potere, è solo un'ombra del sistema bancario ombra europeo, che ha più potere. La Fed sta cercando di dirci che c'è inflazione, ma in realtà c'è una depressione. Ecco perché Kiyosaki compra oro, argento e Bitcoin. Non si fida della Fed, del Tesoro o di Wall Street, quindi acquista attività al di fuori del loro sistema. Gli Stati Uniti sono destinati a fare la stessa fine dello Zimbabwe, impantanato nell'iperinflazione.

Fonte: forbes.com

La Fed sta cercando di spingere la curva dei rendimenti con i tassi di interesse. Ma in realtà dovremmo essere interessati alla curva dell'eurodollaro. Ogni volta che si inverte, dopo c'è una tragedia. Quindi, se la curva si inverte di nuovo, seguirà il crollo più grande. Quando si inverte effettivamente la curva dei rendimenti? Insolitamente, il rendimento di un'obbligazione a lungo termine scende al di sotto del rendimento di un'obbligazione a breve termine della stessa qualità creditizia. Questo è un problema enorme per il mercato azionario in particolare.

Il pensiero di Robert Kiyosaki viene approfondito in questo video:

https://www.youtube.com/watch?v=ackxvlsq2_w&ab_channel=FREENVESTING

Sintesi

Vorrei ora commentare le opinioni dell'autore di Rich Dad, Poor Dad.

Kiyosaki è noto per la sua simpatia e per aver spesso previsto vari scenari pessimistici. Sembra che faccia paura alla gente. Non ha risparmiato le sue previsioni sulla caduta del dollaro, sulle crisi economiche e, naturalmente, sul crollo del mercato azionario degli ultimi anni. E credo che ora sia il più vicino a questo traguardo, e in effetti sta per arrivare una crisi più grande.

Uno dei tanti motivi è il rialzo dei tassi: la Fed li ha recentemente portati al 3,25%, ma non ha intenzione di fermarsi, visto che si prevede di superare il 4,5% entro il prossimo anno. Al momento, quindi, i tassi sono fissati al livello più alto dalla crisi finanziaria del 2008. E come sappiamo, l'aumento dei tassi non è particolarmente gradito alle azioni, mentre i rendimenti obbligazionari aumentano di conseguenza.

Prospettive economiche recentemente riviste per i prossimi 3 anni, fonte: federalreserve.gov

Lastessa Fed sta addolcendo le prospettive economiche. Secondo le sue proiezioni, l'economia statunitense dovrebbe crescere solo dello 0,2% del PIL per quest'anno, con un calo significativo rispetto alla crescita dell'1,7% prevista a giugno. Per il prossimo anno si prevede una crescita dell'1,2%, rispetto all'1,7% iniziale, e un aumento della disoccupazione, con un totale del 3,8%, rispetto al 3,7% iniziale. L'anno prossimo dovrebbe raggiungere il 4,4%, rispetto al 3,9% previsto in precedenza. Anche le prospettive dell'inflazione sono peggiorate. Naturalmente si tratta di previsioni. In realtà potrebbero anche essere peggiori.

Le previsioni citate si riferiscono solo all'economia statunitense. Come sappiamo, l'Europa ha ancora più problemi. Soprattutto per quanto riguarda l'energia, perché gli Stati Uniti non devono affrontare problemi di prezzi energetici estremi. La guerra in Ucraina, che non è un problema molto grande per gli Stati Uniti, è legata a questo.

Personalmente, posso solo prevedere il mercato azionario, non sono un economista. Non la vedrei così tragica come Kiyosaki. A mio parere, abbiamo realisticamente superato alcune fasi di flessione. L'S&P 500 $^GSPC-0.7% è già sceso del 23% dall'inizio dell'anno, un calo non da poco. È molto facile che il mercato possa scendere di un altro 10%. Posso immaginare un calo anche di un altro 20%, quindi si tratterebbe di una perdita del 43,36% rispetto al massimo annuale. È davvero molto, d'altra parte storicamente questi cali sono già avvenuti in passato. Inoltre, gli ultimi oltre 10 anni sono stati estremamente redditizi. Nessun albero cresce fino al cielo.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview