Le banche ceche, guidate da Komerční banka, sono contrarie all'imposta speciale sui profitti straordinari. Perché…

L'imposta sulle sopravvenienze è probabilmente uno degli argomenti più discussi sulla scena nazionale di quest'anno. Le sue specifiche esatte sono ancora sconosciute, si sa solo chi dovrebbe colpire. Il settore più speculato, tuttavia, rimane quello delle banche, dove spesso si discute se la tassa abbia senso o meno quando le grandi banche possono aiutarci in modo molto più efficace. È proprio questo l'argomento che sarà al centro dell'articolo di oggi.

Banca commerciale

Tassando i profitti inattesi del settore energetico, delle banche e delle raffinerie, il governo vuole raccogliere fondi per aiutare i cittadini a pagare le bollette del gas e dell'elettricità. Il governo giustifica la tassa con il fatto che le banche beneficiano dei tassi elevati che la Banca Nazionale Ceca (CNB) utilizza per combattere l'inflazione, mentre le banche non offrono ai loro clienti un'elevata rivalutazione dei depositi. Ma ha senso? 👇

Di recente, la CNB ha pubblicato le ultime statistiche del settore bancario per il 2° trimestre del 2012: ecco come appaiono gli utili netti e il margine di interesse sulle attività medie. Questo grafico è destinato principalmente a coloro che continuano a sostenere che le banche hanno profitti estremi (profitti straordinari).

Ecco come l'amministratore delegato di KB Jan Juchelka ha recentemente commentato la tassa speciale:

  • Per l'economia ceca, la tassa WindFall sulle banche è qualcosa su cui riflettere nella situazione attuale e con la necessità di investimenti nell'infrastruttura energetica ceca.
  • Le banche hanno aiutato le famiglie e le imprese durante l'era COVID. Diffusione e dilazione dei pagamenti a persone e aziende, erogazione di prestiti alle aziende, anche di prestiti accompagnati da garanzie.
  • Non ci sono dubbi sulla situazione attuale e sulla necessità di tornare a essere solidali.
  • È necessario investire maggiormente in progetti infrastrutturali e aumentare il capitale della NRB per rafforzare il suo ruolo di sostegno agli investimenti nei piani di innovazione e sviluppo delle aziende del Paese. Le banche sono pronte a discuterne.
  • Le banche della Repubblica Ceca dispongono di un capitale sufficiente che può essere utilizzato per superare l'attuale crisi e sostenere le imprese e le famiglie. Assistenza mirata a chi ne ha bisogno. Finanziamenti mirati per progetti di sviluppo specifici.

Vedi? Non c'è avidità o riluttanza ad aiutare. Vogliono aiutarci e accontentarci, ma ci sono metodi e modi più efficaci che possono essere applicati per il bene di tutte le parti coinvolte.

Perché non riconosco il WFT che prende di mira le banche?

Le banche, e il settore bancario in generale, possono essere molto efficaci nell'aiutare i cittadini e il Paese nel suo complesso in tempi di crisi. Pensate alla COVID, o cercate semplicemente come le banche durante la COVID erano solidali, facevano rinvii e accoglievano i clienti in tempi difficili (rinviando mutui, rimborsi, prestiti). Allo stesso tempo, il denaro che verrà tassato mancherà per finanziare le esigenze delle famiglie e delle aziende ceche. Senza contare i miliardi di corone che le banche investono nell'innovazione.

In una delle sue interviste, Jan Juchelka si è espresso in questo modo:

Proprio come negli anni di covid, siamo pronti a fornire supporto e assistenza ai clienti per superare problemi che non hanno causato loro stessi. Ad esempio, dilazionando o distribuendo i pagamenti nel tempo. Abbiamo proposto al governo di rafforzare e sostenere gli investimenti nelle infrastrutture e negli alloggi a prezzi accessibili. Direttamente o attraverso la Banca Nazionale di Sviluppo. Una combinazione di capitale pubblico e privato può ottenere effetti positivi di ordini di grandezza superiori a quelli di un'imposta raccolta e poi utilizzata per il consumo.

L'Associazione bancaria ceca (CBA) offre un sostegno economico come alternativa alla tassa sui profitti imprevisti 👇

Secondo l'associazione, le banche sono anche in grado di aiutare i consumatori a finanziare gli investimenti nelle energie rinnovabili a condizioni più favorevoli, riducendo così le bollette energetiche dei clienti. Ciò può includere l'assistenza governativa nella distribuzione di sussidi per le tecnologie di energia rinnovabile (pompe, fotovoltaico, isolamento, finestre).

Se anche questo non fosse sufficiente per alcuni, guardiamo di nuovo al periodo della pandemia. Cassa di risparmio ceca, Komerční banka e Moneta 👇

Česká spořitelna si è unita alle banche tradizionali e, come le altre, ha offerto ai clienti la possibilità di differire i pagamenti dei mutui e dei prestiti fino a tre mesi. Anche in questo caso era sufficiente chiedere alla banca una dilazione (fino a tre mesi) compilando un modulo online e durante il periodo di dilazione l'assicurazione veniva pagata per il cliente in caso di incapacità di rimborso.

Come altre banche,Komerční banka ha offerto ai suoi clienti al dettaglio la possibilità di differire i rimborsi fino a 3 mesi. Come per i suoi grandi concorrenti, i richiedenti non devono dimostrare una riduzione del reddito legata a un'infezione da coronavirus. L'aspetto negativo della portata dell'assistenza e del sostegno della banca è che, a differenza di Česká spořitelna e di altre banche, non ha condonato gli interessi su questi prestiti durante il periodo di dilazione. Inoltre, i clienti aziendali possono beneficiare della dilazione del rimborso del prestito fino a 5 mesi o del condono delle commissioni.

Moneta ha offerto una dilazione obbligatoria del rimborso di prestiti e mutui fino a 3 mesi. Per farlo, è stato necessario compilare un modulo online. Tuttavia, la banca non ha condonato gli interessi sui rimborsi differiti per tutta la durata del periodo di rimborso. Moneta ha posticipato tre rate mensili ai clienti e ha esteso di conseguenza il periodo di rimborso del prestito. In totale, la scadenza del prestito sarà prorogata di 4 mesi.

L'altra faccia della medaglia

I fondi della tassa di guerra che il governo intende raccogliere saranno utilizzati per aiutare le famiglie e le imprese a superare la crisi energetica. Secondo le stime, da questa tassa dovrebbero entrare nel bilancio 39-59 miliardi di corone. Tuttavia, dipende da quanto sarà alta la percentuale di questa tassa.

A breve termine, questa potrebbe essere una misura efficace, ma a lungo termine potrebbe peggiorare la percezione dell'ambiente economico nazionale. Inoltre, l'imposta straordinaria non affronta il deficit strutturale, che ora deve essere ridotto. Dallo scorso anno, il Consiglio nazionale per il bilancio ha sottolineato la necessità di consolidare le finanze pubbliche, e la tassa sulle sopravvenienze fiscali lo farebbe solo in parte e per un periodo di tempo limitato.

  • Tuttavia, la mia opinione finale rimane invariata. Credo che le banche possano aiutare in modo più efficace, anche dilazionando i rimborsi, oltre che attraverso vari investimenti e lo sviluppo di altri progetti.
  • Qual è la sua opinione in merito? Secondo lei ha senso una tassa speciale specifica per le banche?

Si noti che questa non è una consulenza finanziaria. Ogni investimento deve essere sottoposto a un'analisi approfondita.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview