Si tratta di 2 titoli del settore più resistente che si possa trovare sul pianeta

Probabilmente tutti sanno che nei periodi di crisi gli investitori si ritirano verso i settori più resistenti. E uno di loro è probabilmente ancora più resistente degli altri.

Non ci sono settori più resistenti di quello alimentare.

Gli investitori tendono a spostarsi in aree sicure prima e durante le recessioni. Infatti, quando si verifica una recessione, le società più cicliche e più rischiose, con utili più elevati, offrono prospettive peggiori per il proprio capitale rispetto alle società che non risentono della crisi economica.

In pratica, ciò significa che settori come la tecnologia e i beni di consumo tendono a registrare performance molto negative, mentre settori come i servizi di pubblica utilità e i beni di consumo di base registrano performance superiori grazie ai loro flussi di profitto affidabili. E vi viene in mente qualcosa di cui le persone hanno bisogno a prescindere dalla situazione? Esatto: cibo e acqua!

A questo proposito, diamo un'occhiata a due aziende di questo settore.

Zuppa Campbell $CPB+3.5%

Un'azienda che produce e distribuisce una grande varietà di prodotti alimentari e bevande negli Stati Uniti. Attraverso questi segmenti, l'azienda offre il suo marchio omonimo di zuppe, brodi, pasta, salse, fagioli, sughi, succo di pomodoro e altro ancora. Inoltre, ha un'ampia attività nel settore degli snack con marchi famosi come Pepperidge Farm, Milano, Goldfish, Late July, Emerald e altri. Campbell ha migliaia di punti di distribuzione negli Stati Uniti e altre migliaia a livello internazionale.

Ha un fatturato annuo di circa 9 miliardi di dollari e una capitalizzazione di mercato di poco inferiore ai 16 miliardi di dollari. Campbell è da tempo un titolo ad alto rendimento che ha sempre pagato dividendi agli azionisti per oltre un decennio. Tuttavia, la striscia di aumenti dei dividendi si è conclusa nell'anno fiscale 2022, quando la società ha deciso di non aumentare il pagamento. Oggi rimane a 1,48 dollari per azione all'anno.

La storia dei dividendi della società non è male. Fonte

Detto questo, il payout ratio è un solido 51% degli utili, che è sostenibile soprattutto perché il flusso di utili della società non è influenzato dalla recessione. Campbell vende soprattutto beni di consumo di base - alimenti di base che sono considerati beni di prima necessità piuttosto che di lusso - quindi la domanda è stabile anche in condizioni economiche diverse.

Inoltre, vediamo all'orizzonte una crescita annua del 3% per Campbell, il che significa che dovrebbe essere in grado di mantenere e aumentare il suo dividendo a sua discrezione negli anni a venire. Faccio notare che la combinazione di un basso payout ratio e di una discreta crescita degli utili di solito non comporta un rischio elevato di taglio dei dividendi, indipendentemente dal fatto che si verifichi o meno una grave recessione.

General Mills $GIS+3.9%

Un'azienda che produce e distribuisce a livello globale alimenti confezionati di marca. L'azienda vende un vasto assortimento di prodotti, tra cui cereali, yogurt, zuppe, kit per pasti, snack, gelati, barrette nutrizionali, pizza surgelata, cibo per animali, ecc. General Mills tende a concentrarsi sui mercati premium (il che può sembrare un po' in contrasto con l'idea di essere a prova di recessione) che serve, cosa che ha fatto bene data la sua reputazione e la lunga storia di attività. Ciò garantisce una domanda stabile e un potere di determinazione dei prezzi generalmente forte.

https://www.youtube.com/watch?v=eeluKqXaaYU

L'azienda non è certo una sprovveduta. Ha un fatturato annuo di circa 19,5 miliardi di dollari e una capitalizzazione di mercato di 49 miliardi di dollari.

Gli investitori sanno che l'azienda ha il potenziale per proteggere il loro denaro in caso di crisi, ed è per questo che il suo valore è salito fin dai primi segnali di difficoltà.

Come Campbell, General Mills non è affidabile quando si tratta di aumentare i dividendi. Attualmente la società ha una striscia di tre anni di aumenti, ma molto spesso sceglie di non aumentare il dividendo. Tuttavia, General Mills paga i dividendi agli azionisti in modo graduale da decenni, quindi se gli aumenti non sono necessariamente affidabili, lo è il pagamento stesso. Il titolo rende oggi il 2,6%, un punto percentuale in più rispetto all'S&P 500.

E voi? Avete una di queste coppie nel vostro portafoglio?

Se vi piacciono i miei articoli e le mie interviste, sentitevi liberi di seguirmi. Grazie! 🔥

Disclaimer: questa non è in alcun modo una raccomandazione di investimento. Si tratta di una mia sintesi e di un'analisi basata su dati provenienti da internet e da altre fonti. Investire nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview