Un esperto di spicco ha rivelato la data della fine del bearmarket. Quando vedremo finalmente un'inversione di tendenza…

I crolli sono una parte naturale del mercato. Ma probabilmente stiamo tutti aspettando con ansia la fine di quest'anno. E nella marea di pareri pessimistici si inserisce un analista di Morgan Stanley che ritiene che la fine del mercato delle materie prime sia imminente! Quando?

Il crollo del mercato non durerà ancora a lungo

Con le azioni statunitensi in calo di oltre il 20% quest'anno, gli investitori sono alla ricerca di buone notizie. Ed è proprio questa l'idea di un analista di Morgan Stanley. Che cosa dice?

In un'intervista rilasciata a Bloomberg Television, Mike Wilson, stratega azionario e chief investment officer dell'azienda, ha previsto che il mercato orso delle azioni statunitensi potrebbe terminare entro l'inizio del 2023. Gli investitori lo stanno prendendo sul serio perché Wilson, che di solito è estremamente scettico nei confronti del mercato, ha recentemente vinto un prestigioso premio come miglior investitore istituzionale.

"Pensiamo che alla fine il mercato orso finirà probabilmente nel primo trimestre", ha detto Wilson nella trasmissione.

https://www.youtube.com/watch?v=JLZjM5D_lRk

D'altra parte, Wilson sembra avere una visione del tutto opposta a quella che altri analisti di Morgan Stanley stanno dicendo ai clienti. Lisa Shalett, chief investment officer della società di gestione patrimoniale, ha scritto sul suo sito web a fine settembre che "il comitato globale di investimento di Morgan Stanley ritiene che questo mercato orso sia tutt'altro che finito".

Ma altri strateghi dell'azienda stanno andando controcorrente. Fonte

Wilson, tuttavia, mantiene la sua opinione.

Ha citato la media mobile a 200 settimane dell'S&P 500 come indicatore principale. Questo indicatore si è attestato a 3.612 punti alla fine di ottobre. Il 30 novembre l'indice S&P 500 ha chiuso al di sopra della sua media mobile a 200 settimane per la prima volta dal 7 aprile. Finché l'indice rimarrà al di sopra di questa media, le azioni potrebbero riprendersi e raggiungere il livello di 4 150 punti. Tuttavia, se l'indice rompe la barriera delle 200 settimane, gli investitori dovrebbero considerarlo un segnale per iniziare a vendere, secondo Wilson.

E a quanto pare, crede davvero a questo indicatore. Infatti, ha detto, "la media mobile a 200 settimane è un livello di supporto tecnico estremamente forte per le azioni, soprattutto se non c'è una vera e propria recessione, cosa che ancora non c'è".

Questo indicatore è osservato da vicino da quasi tutti.

https://www.youtube.com/watch?v=VFJAcCo41w4

Sarebbe un bel sollievo per gli investitori. Dopo tutto, all'inizio dell'anno era a 4.800 punti. Da lì è sceso leggermente sotto i 3.500 punti nelle prime settimane di ottobre, per poi risalire fino a circa 3.800 punti. A novembre ha recuperato quasi fino a 4.000. Secondo Wilson, se l'attuale tendenza al rialzo rimarrà costante, il mercato orso terminerà nel primo trimestre del 2023.

Di recente, l'indice ha sfiorato la soglia delle 4.000 unità.

Tuttavia, potrebbe ancora essere influenzato da fattori come il noto Rally di Babbo Natale o la pubblicazione dei risultati del quarto trimestre, che è di nuovo dietro l'angolo.

Il rally di Babbo Natale potrebbe portare questi 3 titoli a livelli più alti. Li avete nel vostro portfolio?

Cosa ne pensate? Wilson ha ragione e ci sarà davvero la luce alla fine del tunnel all'inizio del 23 o dovremo aspettare il sollievo?

Se vi piacciono i miei articoli e le mie interviste, sentitevi liberi di seguirmi. Grazie! 🔥

Disclaimer: questa non è in alcun modo una raccomandazione di investimento. Si tratta di una sintesi e di un'analisi puramente mia, basata su dati provenienti da Internet e da altre fonti (YTB, Morgan Stanley). Investire nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview