Tutto quello che dovete sapere sulla tassazione delle criptovalute di Michal Hanych

In breve, investire non significa solo analizzare, acquistare e vendere un'attività. Un altro aspetto importante è, ad esempio, quello delle tasse. Ma qual è la differenza fondamentale di tassazione tra azioni e criptovalute? Esiste un modo legale per evitare la tassazione? Michal Hanych rivela oggi questo e molto altro.

Michal Hanych

Michal Hanych è direttore strategico, investitore, avvocato e consulente fiscale di SimpleTax&Law. Nell'intervista di oggi, ci concentriamo sulla tassazione delle criptovalute e su tutto ciò che dovete sapere 👇

Qual è la differenza fondamentale tra la tassazione delle azioni e quella delle criptovalute?

Se parliamo di tassazione delle persone fisiche, non esiste un test temporale per le criptovalute che porti a un'esenzione. La criptovaluta è tassata come categoria residuale di beni mobili, mentre le azioni sono un titolo.

Pensa che si potrebbe introdurre un test a tempo?

Non credo che, data l'attuale situazione macroeconomica e l'umore politico, si possa estendere l'esenzione alle criptovalute.

A che punto sono soggetto alla criptotassa?

Quando si vendono criptovalute, si acquistano beni o servizi con esse o si scambiano con altre criptovalute. Il prezzo a cui è stata effettuata la vendita viene quindi confrontato con il prezzo di costo, che può essere rivendicato come spesa legata al reddito. È inoltre possibile dedurre le spese correlate, che in genere sono le commissioni di cambio.

Sul sito web di SimpleTax è riportato: "Non possiamo tassare le criptovalute". Mi chiedo allora come fare per non tassarlo. C'è un modo per evitare legalmente questo obbligo?

Ad esempio, la criptovaluta può essere messa in una società che la smaltirà ulteriormente. Il deposito in sé non è tassabile e se la società vende la criptovaluta, tasserà solo la differenza tra il prezzo attuale e il prezzo al momento del deposito.

La seconda opzione è, ad esempio, per le persone fisiche che acquistano criptovalute come scorte per ulteriori attività commerciali - l'acquisto stesso è una spesa deducibile e può essere compensato con il reddito derivante dalle criptovalute vendute durante l'anno.

Come funziona la tassazione delle criptovalute se sono un trader che cerca di operare con la leva finanziaria? C'è una differenza fondamentale?

La differenza sta soprattutto nel numero di transazioni registrate. Quando si fa trading con leva su un contratto perpetuo, nel rendiconto sarà presente una commissione ogni 8 ore. E naturalmente ogni operazione consisterà probabilmente in un riempimento parziale dell'ordine. Per questo motivo è necessario utilizzare uno strumento automatizzato, altrimenti è impossibile calcolare in modo efficiente un numero elevato di operazioni. Utilizziamo principalmente cointracking.com e siamo il partner ufficiale per la Repubblica Ceca.

Come funziona, in generale, questo tipo di scommessa con la tassazione?

Si distingue se il cliente gestisce un proprio nodo e quindi verifica le transazioni, oppure se si limita a delegare le proprie monete. Nel primo caso, trattiamo la puntata come un'attività mineraria con tutte le conseguenze del caso, nel secondo come un reddito da interessi.

Ovviamente ogni investitore cercherà scappatoie e sgravi, ma c'è un modo per pagare legalmente meno nel caso in cui le criptovalute siano tassate?

Naturalmente, una struttura adeguatamente impostata, la forma giuridica scelta per l'entità che negozia la criptovaluta, la tempistica, la ripartizione dell'onere fiscale, ad esempio per l'uso dei derivati, aiutano. Le opzioni sono molte e spetta sempre al giudizio individuale decidere cosa sia meglio fare.

Ci sono complessità o ambiguità nella tassazione delle criptovalute in generale che i clienti spesso vi sottopongono?

La criptovaluta è ancora un campo abbastanza nuovo, quindi non c'è accordo su tutti i punti tra avvocati e fiscalisti, per non parlare delle autorità fiscali, per le quali è qualcosa di completamente marginale. La complessità effettiva risiede principalmente nella moltitudine di transazioni. In realtà, abbiamo un team dedicato, con un'esperienza davvero profonda, solo per calcolare le tasse per i clienti di criptovalute.

Nella seconda parte dell'intervista, vorrei parlare del suo approccio agli investimenti, per conoscere la sua strategia. Vi concentrate esclusivamente sulle azioni, sulle criptovalute o su una combinazione di attività?

I miei investimenti sono costruiti dal basso verso l'alto. Ho avviato un'attività e ho reinvestito tutto ciò che ha fruttato. Poi con gli immobili, avendo i nostri uffici, così anche se l'attività in sé fallisce, rimarranno gli immobili. L'edificio di appartamenti più grande per gli investimenti è venuto dopo. Dopo il 2017, la nostra società di consulenza si è occupata molto di criptovalute, quindi logicamente mi sono esposto anch'io. E poi è iniziato il trading.

In termini di azioni, sento di avere un vantaggio nell'analisi tecnica, ma non nell'analisi dei singoli titoli. Alla fine del 2021, ho chiamato i nostri clienti più importanti e ho detto loro che ritenevo che fossimo falliti. E ho centrato in pieno l'obiettivo. Finora ho consigliato acquisti incrementali fino al 50% dell'esposizione programmata al mercato azionario statunitense. Ma sto ancora aspettando di tornare alle azioni.

Quando prevede un miglioramento dei mercati in generale, in termini di Bitcoin ma anche di criptovalute?

Ho previsto un minimo per il BTC intorno ai 15.000 dollari nel 2022. Ho basato il modello sul prezzo realizzato e sul CVDD. Abbiamo già guardato lì. Per il 2023, mi aspetto una candela annuale verde più piccola. Per quanto riguarda le altcoin (shi*coin), mi fido di Ethereum. Al contrario, la stragrande maggioranza degli altri è destinata a un costante declino rispetto a BTC o ETH. Prevedere quale moneta non sarà un degen puro ma un oscillatore non ha senso per me al momento.

Se quest'anno si verificasse una recessione, quanto potrebbero essere colpite le criptovalute? Non c'è mai stato uno scenario del genere nella storia delle criptovalute; alcune criptovalute potrebbero scomparire in un contesto del genere?

Il Bitcoin è stato creato in uno stato d'animo molto simile a quello attuale. Famosa introduzione in Genesis Block riferita al Times 03/gen/2009 Il cancelliere sull'orlo del secondo salvataggio delle banche -Satoshi Nakamoto. Ecco perché vorrei distinguere soprattutto le differenze tra BTC e gli altri.

Con qualsiasi altra criptovaluta, la capitalizzazione realizzata, l'utilità reale e la resilienza basata sulla decentralizzazione sono soprattutto qualcosa a cui pensare. La stragrande maggioranza di essi scomparirà indipendentemente da una cattiva situazione macroeconomica.

Ritiene che il prezzo di Bitcoin $BTCUSD+1.3% sia adeguato per entrare in questo momento? Nell'attuale contesto di mercato, è una buona idea acquistare BTC regolarmente o aspettare un calo maggiore?

Storicamente, la zona al di sotto del prezzo di realizzo del BTC (attualmente circa 19.700 dollari) è stata molto favorevole per l'ingresso. Se il mercato offre di nuovo un prezzo a partire da uno, questo è un momento ragionevole per acquistare.

  • Addendum - Il prezzo effettivo varia in quanto l'intervista è stata condotta nel dicembre 2022.

Che cosa rappresenta per lei il Bitcoin?

Per me rappresenta una sorta di denaro.

  • Vi è piaciuta questa intervista? Se è così, assicuratevi di seguirci, l'ospite esclusivo di oggi è Michal Hanych.

Si noti che questa non è una consulenza finanziaria.


No comments yet
Timeline Tracker Overview