Secondo i suoi funzionari, la Fed ha bisogno di una stretta molto maggiore. Gli investitori soffriranno per le loro…

L'inflazione può essere in calo, ma le istituzioni finanziarie più importanti pensano di essere ben lontane dall'aver finito. Sembra che la Fed dovrà adottare ulteriori misure severe. Gli investitori ne risentiranno?

Le azioni della Fed influenzano Wall Street e l'economia globale

Il presidente della Fed di New York, John Williams , ha dichiarato giovedì che la banca centrale statunitense ha in programma ulteriori rialzi dei tassi d'interesse e vede segnali di un leggero allentamento delle pressioni inflazionistiche.

"Data l'inflazione ancora elevata e i segnali di un persistente squilibrio tra domanda e offerta, è chiaro che la politica monetaria ha ancora molto lavoro da fare per portare l'inflazione in modo permanente verso il nostro obiettivo del 2%", ha dichiarato Williams.

L'inflazione potrebbe essere in calo, ma la maggior parte degli investitori e dei funzionari della Fed ritiene che non sia assolutamente vinta. Fonte

"La riduzione dell'inflazione richiederà probabilmente un periodo di crescita e un certo allentamento delle condizioni del mercato del lavoro", ha avvertito Williams. Ha aggiunto che il ripristino della stabilità dei prezzi è essenziale per raggiungere la massima occupazione e prezzi stabili nel lungo periodo, e quindi è fondamentale mantenere la rotta fino al completamento di questo lavoro.

Williams, che ricopre anche la carica di vicepresidente del Federal Open Market Committee (FOMC), non ha specificato nelle sue osservazioni preparate l'entità del rialzo dei tassi che vorrebbe vedere alla prossima riunione del FOMC, prevista per il 31 gennaio-1 febbraio. Tuttavia, non ha smentito le aspettative del mercato secondo cui la Fed avrebbe alzato i tassi di un quarto di punto percentuale.

https://www.youtube.com/watch?v=5Zm9HdjFN3I

L'anno scorso la Fed ha innalzato il target dei tassi di interesse a breve termine a un ritmo davvero aggressivo, nel tentativo di combattere l'inflazione più alta degli ultimi decenni. Da un tasso sui fondi federali prossimo allo zero a marzo, il tasso è salito a un livello compreso tra il 4,25% e il 4,5% entro la fine dell'anno. Molti di questi aumenti sono avvenuti con incrementi di 75 punti base.

Stiamo assistendo al più forte aumento degli ultimi 25 anni. Fonte

Nella riunione di dicembre hanno fissato la condizione di stop per i rialzi dei tassi quest'anno al 5,1% e hanno alzato il tasso obiettivo di mezzo punto percentuale. Ora, mentre le pressioni inflazionistiche iniziano ad allentarsi e c'è incertezza su quanto la Fed dovrà spingersi, negli ultimi giorni alcuni responsabili politici hanno offerto il loro sostegno a un aumento dei tassi di 25 punti base nella prossima riunione del FOMC.

Nel suo discorso Williams ha affermato che alcune tendenze economiche non stanno andando come la Fed vorrebbe. L'inflazione dovrebbe scendere al 3% quest'anno e tornare all'obiettivo del 2% nei prossimi anni. Per il 2023, ha dichiarato che la sua principale preoccupazione è l'alta inflazione.

Williams si aspetta uno sviluppo abbastanza positivo: secondo lui, le robuste assunzioni, il basso tasso di disoccupazione e la forte crescita dei salari fanno sì che il mercato del lavoro rimanga notevolmente stabile. Rispetto all'attuale tasso di disoccupazione del 3,5%, Williams prevede un aumento della disoccupazione al 4,5% nel corso dell'anno.

Il tasso di disoccupazione dovrebbe passare dal 3,5% al 4,5%. Fonte

Gli investitori ne risentiranno? È difficile dirlo, ma probabilmente non sarà uno sviluppo positivo. Il fatto che la Fed minacci un ulteriore inasprimento è garanzia di un umore davvero negativo per il mercato. Gennaio può essere stato abbastanza positivo, ma la maggior parte degli investitori non si aspetta nulla di buono fino al 2023. Il rischio di una recessione, di un ulteriore inasprimento e di altri influssi negativi non favorisce certo, ad esempio, il settore tecnologico e i titoli tecnologici molto apprezzati, che possono essere facilmente sovraperformati da titoli di settori stabili - che in queste situazioni impressionano molto di più gli investitori.

L'indice ha guadagnato circa il 6,5% nel mese, ma gli investitori sono scettici

Disclaimer: questa non è assolutamente una raccomandazione di investimento. Si tratta di una sintesi e di un'analisi puramente mia, basata su dati provenienti da internet e da altre fonti. Investire nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview