Se state costruendo un reddito passivo, questi due titoli possono aiutarvi molto. Ma vale la pena acquistarli?

Oggi sempre più investitori amano i titoli a dividendo. Hanno dimostrato di essere una difesa efficace in tempi di crisi e recessione. Poiché le previsioni di analisti, gestori di portafoglio e altre personalità del mondo degli investimenti non sono esattamente rosee, oggi vi presentiamo 2 titoli che vi daranno un rendimento da dividendo superiore al 7%.

In questi giorni ci sono molte società interessanti sul mercato azionario, ma dato che mi piacciono i dividendi, oggi daremo un'occhiata a 2 società di dividendi che secondo alcuni analisti di Wall Street sono buone scelte per gli investitori. È davvero così?

Partner di prodotti aziendali $EPD+0.6%

Grafico del prezzo delle azioni negli ultimi 5 anni.

Si tratta di un'azienda energetica che gestisce un'ampia rete di oleodotti per il trasporto di petrolio e gas naturale o di altri prodotti raffinati. La sua rete fornisce la connettività tra i pozzi e i clienti.

Oltre al trasporto via pipeline, l'azienda gestisce anche il trasporto via terra sotto forma di navi cisterna, navi e ferrovie. L'azienda possiede anche una rete di raffinerie e vari impianti di lavorazione. La maggior parte di questa rete si trova a terra, in Texas. Ma ciò che è importante per noi investitori in dividendi è che questa società offre attualmente un rendimento da dividendo superiore al 7%.

Se analizziamo i numeri dell'azienda, notiamo subito che i ricavi sono diminuiti negli ultimi 5 anni, con una media di circa il 29% all'anno. Il 2021 è stato un anno di relativo successo per l'azienda, che ha visto aumentare il proprio fatturato per la prima volta in 5 anni. L'utile netto, poi, è rimasto più o meno stagnante negli ultimi 5 anni, oscillando tra i 4 e i 5 miliardi di dollari circa.

Ma che dire del 2022? L'azienda è riuscita a generare un fatturato di circa 58 miliardi di dollari, con un aumento di circa il 40% rispetto all'anno precedente. Per quanto riguarda l'utile netto, l'azienda ha generato un utile netto di circa 5,5 miliardi di dollari nel 2022, con un aumento di poco meno del 19% rispetto all'anno precedente. In breve, l'azienda ha beneficiato principalmente dei prezzi elevati dell'energia nel 2022. Pertanto, il 2022 è stato un anno di successo per l'azienda.

A breve termine, il bilancio dell'azienda appare molto stabile. Da una prospettiva a lungo termine, il bilancio non è chissà quanto sorprendente, ma a mio avviso è ancora abbastanza stabile. Calcolando il valore delle attività al netto delle passività, ho ottenuto un valore patrimoniale netto per azione di circa 12 dollari.

Se osserviamo il rendiconto del flusso di cassa, notiamo che l'azienda ha registrato un flusso di cassa operativo leggermente in calo fino al 2021. Nel 2021 e nel 2022, l'azienda ha registrato un rapido aumento del flusso di cassa libero da circa 6,5 miliardi di dollari a circa 8,5 miliardi di dollari nel 2021. L'azienda è stata in grado di mantenere le spese in conto capitale più o meno basse negli ultimi 5 anni. In termini di free cash flow, negli ultimi 5 anni è cresciuto, con una media di circa il 45% all'anno. Più o meno, però, bisogna essere cauti perché negli ultimi anni l'azienda ha avuto diversi incidenti sotto forma di incendi o, ad esempio, esplosioni durante la riparazione dei suoi oleodotti e gasdotti. Questi elementi possono tradursi in spese di capitale in caso di incidente grave, e bisogna tenere conto del fatto che la maggior parte delle volte, come minimo, qualcuno si farà male o, Dio non voglia, morirà in questi incidenti. Questo può costare all'azienda ulteriori spese di risarcimento.

Per quanto riguarda il dividendo, esso non è regolarmente coperto dal free cash flow. La prima volta che l'azienda ha avuto un payout ratio decente è stato nel 2021, quando il payout ratio derivante dal free cash flow era di circa il 50%. Negli anni precedenti, l'azienda non aveva avuto alcun pagamento di dividendi coperto dal free cash flow.

E cosa ha da dire un analista di TD Securities su questa azienda?

Riteniamo che le unità di EPD offrano una combinazione di crescita del valore e distribuzione con un profilo di rischio moderato, data la base di asset integrati, la connettività e la scala ben posizionata della società. , l'autorità e la competenza. Il nostro lavoro prevede una certa espansione delle valutazioni, in quanto gli investitori riconoscono le opportunità di crescita a lungo termine che EPD presenta con le sue esportazioni di idrocarburi verso i mercati in crescita, la transizione verso un futuro energetico a basse emissioni di carbonio e l'espansione della sua catena di valore per includere opportunità nel settore petrolchimico midstream.

Oltre a questo commento, valuta le azioni di $EPD+0.6% come un acquisto con un obiettivo di prezzo di 31 dollari. Questa opinione è condivisa anche da altri 11 analisti di Wall Street che ritengono la società sottovalutata e un'ottima opportunità di acquisto.

A me personalmente non piace affatto questa azienda. Posso solo immaginare il potenziale di maggiore redditività grazie all'aumento dei prezzi dell'energia e, forse, a una potenziale espansione. L'altro aspetto che personalmente non mi piace è la copertura dei dividendi da parte del flusso di cassa libero, dove la società non riesce a coprire i dividendi in modo molto convincente dal flusso di cassa libero. L'ultima cosa che vedo come un grosso problema per noi europei è che si tratta di una Società in accomandita. Quindi, se volete acquistare azioni, dovete tenere conto delle tasse più alte che si applicano a questo tipo di società.

Energia Coterra $CTRA

Grafico del prezzo delle azioni negli ultimi 5 anni.

Si tratta di una società di esplorazione di idrocarburi organizzata nel Delaware e con sede a Houston, in Texas. La società opera nel Bacino Permiano, nel Marcellus Shale e nel Bacino di Anadarko. Come si può vedere qui, la società è presente anche in Texas, ma ora si trova nell'entroterra, in particolare nel Bacino Permiano, considerato l'area più interessante degli Stati Uniti.

La società possiede attualmente più di 600.000 acri di terreno, con solo 234.000 acri che coprono il Bacino Permiano, altamente redditizio. Si tratta di circa un terzo della superficie totale posseduta dall'azienda. I restanti due terzi sono distribuiti tra le 2 aree rimanenti. Nella maggior parte dei casi, queste aree sono dominate dalla produzione di liquidi come il petrolio. Il Marcellus Shale è l'unica area in cui si produce gas naturale puro. Questa società è unica anche perché attualmente offre un rendimento da dividendo superiore al 10%.

Entro il 2020, i ricavi dell'azienda saranno più o meno stabili tra 1,5 e 2,5 miliardi di dollari, mentre nel 2021 si registrerà un'elevata crescita annuale dei ricavi, pari a circa il 160%. Quindi, se calcoliamo la crescita media dei ricavi negli ultimi 5 anni, ci aggiriamo intorno al 22% all'anno. In termini di utile netto, negli ultimi 5 anni è cresciuta in media di circa il 200% all'anno. Ciò è dovuto anche all'elevata crescita nel 2021, quando l'utile netto è aumentato di circa il 477% rispetto al 2020.

E come si è comportata l'azienda quest'anno? L'azienda ha registrato un fatturato di circa 9,22 miliardi di dollari, con un aumento di circa il 150% rispetto al 2021. Per quanto riguarda l'utile netto, l'azienda ha registrato 3,98 miliardi di dollari, con un aumento di quasi il 250% rispetto al 2021. Come si può vedere dai risultati, il 2022 è stato un anno di grande successo per l'azienda.

Dal punto di vista del breve termine, l'azienda ha un bilancio relativamente ben coperto, in cui è in grado di coprire le passività a breve termine con attività a breve termine. In una prospettiva di lungo termine, l'azienda è anche molto benestante dal punto di vista finanziario, dato che il debito a lungo termine rappresenta circa la metà delle attività dell'azienda. In termini di valore delle attività al netto delle passività, mi aspetto circa 23-24 dollari per azione. Ciò significa che la società viene scambiata a circa il valore del suo patrimonio netto ai prezzi odierni.

Il flusso di cassa operativo dell'azienda è cresciuto a un tasso medio di circa il 17% all'anno negli ultimi 5 anni. In questo caso, osservo anche una certa stabilità finanziaria nella spesa in conto capitale negli ultimi 5 anni, che ovviamente si riflette positivamente anche sul free cash flow, cresciuto in media di circa il 121% negli ultimi 5 anni. Naturalmente, questo dato è in parte influenzato anche dal 2021, anno in cui l'azienda ha nuovamente registrato una crescita del free cash flow superiore al solito. L'azienda è inoltre ben coperta dal pagamento dei dividendi provenienti dal free cashflow. La distribuzione dei dividendi è aumentata ogni anno. In media, la società paga circa 123 milioni di dollari in dividendi. LA SOCIETÀ HA UN RAPPORTO DI DISTRIBUZIONE DEI DIVIDENDI DI 123 MILIONI DI USD. Ma nel 2021 la società ha pagato un importo record in dividendi, precisamente 780 milioni di dollari. L'azienda determina i propri dividendi in base ai risultati ottenuti e cerca sempre di distribuire agli azionisti il maggior valore possibile derivante dal flusso di cassa libero sotto forma di dividendi. Di conseguenza, si prevede che il dividendo fluttui in base all'andamento della società.

Di seguito riportiamo il commento di un analista di Wall Street.

Coterra si è impegnata a garantire un rendimento del 50% agli azionisti, esclusi i riacquisti di azioni. Negli ultimi due trimestri, la società ha restituito l'81% e il 74% dell'FCF rispettivamente attraverso dividendi e riacquisti di azioni. Durante un recente incontro con la società, l'amministratore delegato ha dichiarato di voler differenziare l'azienda nel 2023, il che, a nostro avviso, potrebbe avvenire sotto forma di un sano aumento del dividendo di base e di un incremento del riacquisto di azioni.

Insieme a questo commento, valutano CTRA come un titolo da acquistare. E l'obiettivo di prezzo si aggira intorno ai 38 dollari per azione, secondo lui.

A prima vista, l'azienda mi sembra buona, anche se attualmente viene scambiata al valore del suo patrimonio netto e ha un bilancio relativamente solido. Ma dobbiamo ricordare che siamo ancora nel settore dell'energia, dove i risultati delle aziende dipendono in larga misura dai prezzi dell'energia, soprattutto per quelle che sono direttamente coinvolte nel settore minerario. L'unico problema che vedo è la distribuzione dei dividendi, per cui in futuro una società potrebbe tagliare i dividendi in base ai risultati ottenuti. Personalmente, ritengo che l'azienda meriti uno sguardo e un'analisi più approfonditi.

DISCLAIMER: Non sono un consulente finanziario e questo materiale non costituisce una raccomandazione finanziaria o di investimento. Il contenuto di questo materiale è puramente informativo.

Fonti:

https://www.coterra.com/

https://www.marketwatch.com/investing/stock/ctra?mod=mw_quote_tab

https://www.marketwatch.com/investing/stock/epd?mod=search_symbol

https://finance.yahoo.com/news/seeking-least-7-dividend-yield-012839817.html

https://www.enterpriseproducts.com/

https://finviz.com/

https://en.wikipedia.org/wiki/Main_Page


No comments yet
Timeline Tracker Overview