Analisi di U.S. Steel, una delle aziende siderurgiche più importanti al mondo

Oggi mi immergo in acque poco battute per analizzare U.S. Steel, un'azienda che detiene una posizione di mercato dominante ma che non è altrettanto nota e conosciuta dagli investitori. Ma può essere un'opzione interessante per gli investitori?

U.S. Steel $X-0.9%

U.S. Steel è un'azienda siderurgica americana che produce e vende acciaio e altri prodotti metallici. L'azienda è stata fondata nel 1901 ed è una delle più grandi aziende siderurgiche del mondo. I suoi prodotti sono utilizzati in diversi settori, come quello automobilistico, edile, dei trasporti e dell'energia.

U.S. Steel è impegnata nella sostenibilità e nella competitività e ha compiuto grandi sforzi per migliorare i propri processi produttivi e ridurre l'impatto ambientale.

L'azienda è particolarmente interessante per la sua storia e la sua posizione nel settore. È stata una delle prime grandi aziende siderurgiche nella storia degli Stati Uniti ed è tuttora una delle più grandi al mondo. Dispone di ampi impianti di produzione e fornisce i suoi prodotti in tutto il mondo. L'azienda si impegna inoltre a essere un pioniere della sostenibilità, un aspetto importante per molte persone.

Inoltre, U.S. Steel ha una lunga e ricca storia legata allo sviluppo dell'industria in Nord America. L'azienda è stata coinvolta in molti progetti importanti, come la costruzione del Canale di Panama, e ha partecipato a molti eventi importanti della storia americana, come entrambe le guerre mondiali.

Canale di Panama

Negli ultimi anni, U.S. Steel si è aggiudicata una serie di contratti interessanti. Ad esempio, nel 2020, l'azienda ha firmato un contratto con il governo degli Stati Uniti per la fornitura di acciaio per la costruzione di un nuovo ponte nella baia di Detroit. L'azienda ha inoltre ampliato le proprie attività in Asia, diventando uno dei maggiori fornitori di acciaio per l'industria automobilistica della regione.

Negli ultimi anni, U.S. Steel ha cercato di ampliare la propria offerta di prodotti anche nel settore della sostenibilità, ad esempio producendo tubi di acciaio per impianti solari ed eolici. Queste attività fanno parte di uno sforzo per ridurre l'impatto ambientale e posizionarsi sul mercato dei prodotti sostenibili.

United States Steel Corporation ha diversi vantaggi competitivi, tra cui:

Ampi impianti di produzione: l'azienda dispone di alcuni dei più grandi e moderni impianti di produzione del settore, che le consentono di produrre grandi quantità di acciaio di alta qualità. Come punto di interesse, hanno anche uno stabilimento in Slovacchia al di fuori degli Stati Uniti.

United States Steel Corporation vanta oltre un secolo distoria ed è una delle aziende più antiche e stabili del settore.

Ricerca e sviluppo eccellenti: l'azienda investe molto in ricerca e sviluppo, il che le permette di portare sul mercato nuovi prodotti e soluzioni innovative.

Forti relazioni con i fornitori: l'azienda ha forti legami con i fornitori di materie prime e i partner, che le permettono di assicurarsi materie prime di qualità a prezzi competitivi.

Ampia rete di negozi: l'azienda dispone di una vasta rete di negozi in tutto il mondo, che le consente di rispondere rapidamente alla domanda dei clienti e di fornire un servizio di qualità.

Prima di esaminare i numeri specifici dell'azienda, dobbiamo ricordare che si tratta di un titolo ciclico, che comporta sempre alcuni rischi 🚨.

I titoli ciclici sono azioni di società la cui performance è strettamente legata all'andamento dell'economia e del ciclo economico o all'andamento dei prezzi di alcune materie prime. In tempi di crescita economica, la domanda dei prodotti di queste aziende aumenta e quindi i loro profitti aumentano, mentre in tempi di recessione economica la domanda diminuisce e i profitti calano. Pertanto, i titoli ciclici sono spesso considerati investimenti volatili e più rischiosi.

Lo dico solo perché negli ultimi anni (in particolare dopo il covide) si è assistito a una relativa esplosione della domanda dei loro prodotti, che ha influito in modo massiccio sui numeri, mentre con l'arrivo di una possibile recessione si può tornare a guardare ai numeri degli anni precedenti al covide, a causa della riduzione della domanda e della volatilità dei prezzi dell'acciaio e di altri prodotti.

Per dimostrare la ciclicità, dobbiamo anche conoscere il quadro generale in termini di prezzi delle materie prime, in particolare l'acciaio è una delle materie prime più necessarie per questa particolare azienda. Come si può notare, l'esplosione letterale nel 2021 è stata piuttosto sconvolgente, mentre attualmente ci troviamo in una media simile se si guarda il grafico con un arco di anni più ampio.

Sapendo che si tratta di un titolo ciclico e che ci sono anni piuttosto promettenti alle spalle, credo sia chiaro che i numeri degli ultimi 3 anni circa saranno enormi 👇.

Panoramica delle vendite degli ultimi 3 anni 👇

  • 2022 = 21,065 miliardi di dollari, un aumento del 3,9% rispetto al 2021
  • 2021 = 20,275 miliardi di dollari, un aumento del 108,14% rispetto al 2020
  • 2020 = 9,741 miliardi di dollari, un aumento del 24,7% rispetto al 2019

Se si fa un confronto con il periodo precedente a Covid, si tratta di un balzo piuttosto discreto in termini di entrate. Ma si può vedere una bella dimostrazione della suddetta ciclicità e fluttuazione nel corso degli anni.

Una panoramica dell'utile netto negli ultimi 3 anni 👇

  • 2022 = 2,524 miliardi di dollari, (+39,53% a/a)
  • 2021 = 4,174 miliardi di dollari, (+458,28% a/a)
  • 2020 = 1,165 miliardi di dollari, (+84,92% a/a)

Uno sguardo al debito a lungo termine negli ultimi 3 anni 👇

  • 2022 = 3,914 miliardi di dollari (aumento dell'1,32% rispetto al 2021).
  • 2021 = 3,863 miliardi di dollari, 17,72% (aumento rispetto al 2020).
  • 2020 = 4,695 miliardi di dollari, 29,45% (aumento rispetto all'anno) 2019.

Sintesi del flusso di cassa libero negli ultimi 3 anni 👇

  • 2022 = 1,768 miliardi di dollari (+45,65% a/a)
  • 2021 = 3,253 miliardi di dollari, (+874,52% a/a)
  • 2020 = 0,42 miliardi di dollari, (+25,8% a/a)

Se guardiamo a rapporti come P/E, P/B e P/S, vediamo che tutti i valori sono inferiori alla media del settore.

Per fare un confronto con la media del settore, il P/E medio è di 12,5, il P/S medio è di 1,11 e il P/B medio di 1,86.

Che cosa aspettarsi in seguito?

Sappiamo già che si tratta di un titolo ciclico, quindi i risultati promettenti potrebbero non essere seguiti. Tutto lascia pensare che l'industria siderurgica statunitense continuerà a migliorare nel 2023, ma i produttori di acciaio non possono fare a meno di avvertire gli investitori della possibilità di una recessione nella seconda metà dell'anno, che potrebbe modificare le aspettative.

U.S. Steel Corp, uno dei maggiori produttori nazionali, ha dichiarato di essere ottimista sulla domanda, notando che il sentimento è diventato positivo all'inizio dell'anno.

"Ci sono molte cose dietro l'angolo, non c'è dubbio, che sono sconosciute", ha detto Burritt durante una conference call con gli analisti. "Forse una lieve recessione nella seconda metà del 2023 e una forte ripresa nel 2024".

Questi commenti arrivano dopo che Nucor Corp, il più grande produttore di acciaio statunitense, ha dichiarato agli azionisti che una recessione potrebbe influenzare la domanda futura. Da allora, Nucor e Steel Dynamics Inc si sono scrollate di dosso la fiacca fine dell'anno scorso lasciando intendere che si prospettano tempi migliori.

Come vede l'azienda stessa a questo punto?

U.S. Steel ha previsto spedizioni di laminati piatti per circa 8,5-9 milioni di tonnellate, un dato superiore alla stima media degli analisti di 8,2 milioni di tonnellate. La società di Pittsburgh ha dichiarato che il primo trimestre segnerà un "fondo" per il mercato quest'anno, con ostacoli alla crescita economica, tra cui l'indebolimento dell'attività manifatturiera, il calo delle licenze edilizie e una serie di rischi geopolitici.

I rischi

Ciclicità e impatti ambientali 👇

1. il prezzo dell'acciaio può effettivamente diminuire durante una recessione. Questo è spesso il risultato di un calo della domanda di materiali da costruzione, dell'industria automobilistica e di altri settori che utilizzano l'acciaio. Se le aziende di questi settori sono costrette a ridurre i volumi di produzione, ciò può avere un impatto sulla domanda di acciaio e quindi sul suo prezzo.

2. L'impatto ambientale può non essere una minaccia quando un'azienda mantiene tutto ciò che ha promesso, ma è uno spauracchio nell'armadio di cui dobbiamo tenere conto, nessuno di noi sa quali norme o restrizioni possono sorgere.

Oggi mi sono semplificato il lavoro con il calcolo del prezzo, quindi userò il sito di alphaspread, dove secondo i loro calcoli il titolo è leggermente sottovalutato 👇

Come ho scritto più volte, si tratta di un titolo ciclico, quindi, nonostante le prospettive promettenti, questa tesi potrebbe essere minata da una recessione, che avrebbe sicuramente un impatto sul prezzo delle azioni.

Si noti che questa non è una consulenza finanziaria. Ogni investimento deve essere sottoposto a un'analisi approfondita.


No comments yet
Timeline Tracker Overview