Le maggiori vittime della Fed: Ecco le conseguenze dell'aumento dei tassi di interesse

In che modo un anno di rialzo dei tassi di interesse ha danneggiato azioni, indici, obbligazioni e ha provocato la scomparsa di FTX e Silicon Valley Bank? Ecco cosa vedremo in questa analisi delle situazioni più critiche che la Fed ha causato a suo modo.

È passato un anno da quando la Federal Reserve ha iniziato ad aumentare i tassi di interesse al ritmo più rapido della storia recente, provocando 12 mesi tumultuosi sui mercati e colpendo diverse aziende (allora) promettenti.

La banca centrale statunitense ha aumentato i tassi da quasi zero a quasi il 5%, realizzando quattro grandi rialzi di fila, il ritmo più veloce di inasprimento della politica monetaria degli ultimi decenni.

L'obiettivo della Fed era quello di frenare l'aumento dell'inflazione, ma nel corso dell'operazione ha fatto diverse vittime di alto profilo, tra cui il fallimento della Silicon Valley Bank e la borsa di criptovalute FTX. Anche le azioni e le obbligazioni statunitensi sono crollate, mentre il dollaro americano ha intrapreso il suo percorso storico.

Diamo un'occhiata:

Azioni e indici

Tra l'inizio della pandemia COVID-19 e la fine del 2021, le azioni statunitensi hanno intrapreso un percorso verso l'ATH. I bassi tassi di interesse e le condizioni fiscali allentate hanno contribuito a far salire rapidamente i prezzi delle azioni. Ma poi è arrivata l'inversione e l'atterraggio duro.

Al contrario, quando i tassi di interesse aumentano, i flussi di cassa futuri delle aziende diminuiscono. Questo perché per loro diventa più costoso prendere in prestito denaro.

  • Un anno di rialzi dei tassi da parte della Fed ha fatto crollare molti titoli.

A un certo punto, ad esempio, l'S&P 500 è sceso fino al 19% nel corso dell'anno, mentre l'indice tecnologico Nasdaq Composite è crollato del 16%.

Obbligazioni

Ma l'anno è stato ancora più difficile per gli investitori a reddito fisso. Quando i tassi di interesse aumentano, i prezzi delle obbligazioni scendono. I rendimenti dei titoli di Stato statunitensi a 2 anni sono aumentati di 209 punti base, superando il 4%, mentre i rendimenti dei titoli a 10 anni sono aumentati di 130 punti e sono leggermente inferiori al 3,5%.

Nel frattempo, il Global Bond Index, che tiene conto del costo degli investimenti in obbligazioni in tutto il mondo, è crollato di oltre il 20% a settembre, entrando in un mercato orso per la prima volta da decenni.

"È stato chiaramente un anno molto duro per gli investitori obbligazionari, il più duro che abbiano mai vissuto", ha dichiarato l'analista John Kemp. "Solo ora i prezzi sono più vicini al fair value".

FTX

Inoltre, i rialzi dei tassi della Fed hanno alimentato due dei più grandi crolli societari della storia degli Stati Uniti: lo scambio di criptovalute FTX e la Silicon Valley Bank, società specializzata nel settore tecnologico. L'aumento del costo del credito ha fatto sprofondare le criptovalute in un brutale mercato ribassista, con il prezzo del bitcoin $BTCUSD-1.9% che è crollato del 40% nell'ultimo anno.

Il capo di FTX, Sam Bankman-Fried, avrebbe risposto alla crisi utilizzando il denaro dei clienti per sostenere la sua società di trading Alameda Research, ora in attesa di processo negli Stati Uniti per otto accuse, tra cui quella di frode.

"Anche se è stata etichettata come frode, si potrebbe sostenere che il ciclo di rialzo dei tassi della Fed l'ha smascherata perché ha invertito l'entusiasmo per le criptovalute, il che alla fine ha smascherato le malefatte aziendali di quella società", ha detto il dirigente di Deutsche Bank.

SVB

Nel frattempo, SVB è crollata nel marzo 2023 e l'aumento dei tassi d'interesse è stato un fattore importante nella sua caduta. SVB ha perso 1,8 miliardi di dollari sul suo portafoglio obbligazionario a causa del calo dei prezzi del reddito fisso, mentre la sua base di depositi si è prosciugata a causa della crescente riluttanza delle startup tecnologiche a entrare nel mercato azionario.

"In sostanza, questa crisi bancaria è causata dalla Fed", ha dichiarato Larry McDonald.

Il dollaro americano

Ma non tutti gli asset tradizionali hanno sofferto nel corso dell'ultimo anno 👇

Al contrario, l'indice del dollaro statunitense ha registrato un aumento del 16% tra marzo e settembre. L'aumento dei tassi d'interesse in un Paese tende a rafforzare la sua valuta in quanto attira gli investitori stranieri in cerca di rendimenti più elevati. Probabilmente gli Stati Uniti non hanno ancora tassi di interesse al livello dei loro omologhi e finiranno per avere un tasso terminale più alto, il che potrebbe sostenere ulteriormente il dollaro.

"È stato un anno eccezionale per il dollaro, poiché la Fed ha condotto la stretta monetaria più aggressiva degli ultimi decenni", ha dichiarato l'analista Craig Erlam.

Conclusione

Possiamo quindi concludere che il rialzo dei tassi di interesse da parte della Fed ha avuto un forte impatto sui mercati e su diverse aziende promettenti, tra cui la Silicon Valley Bank e lo scambio di criptovalute FTX. Il rialzo dei tassi ha portato a un calo delle azioni e delle obbligazioni, mentre il dollaro USA si è rafforzato. Purtroppo, questa è una dura realtà e il tipo di smorzamento degli anni precedenti che era necessario.

Si prega di notare che questa non è una consulenza finanziaria.


No comments yet
Timeline Tracker Overview